Main menu

DISPOSITIVI ANTICADUTA PERMANENTI, AMOVIBILI E DPI

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha espresso un chiarimento in merito alla diversa tipologia dei dispositivi di ancoraggio per la protezione delle cadute dall'alto e sui requisiti richiesti dalle certificazioni che questi devono possedere.

Il chiarimento è pubblicato in forma di Circolare n. 3 del 13 febbraio 2015 dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali - Direzione Generale della Tutela delle Condizioni di Lavoro e delle Relazioni Industriali. E firmato anche dal Ministero dello sviluppo economico (Direzione Generale per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa Tecnica) e dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici - Servizio Tecnico Centrale).

download circolare n. 3 del 13 febbraio 2015

A maggior chiarezza è intervenuta, con decisione 2015/2181 del 24 novembre 2015, riportata in Gazzetta ufficiale dell'Unione europea 390 del 26/11/2015, anche la commissione europea che ha stabilito quali tra i dispositivi anticaduta trattati dalla norma tecnica europea EN 795:2012 siano i dispositivi anticaduta disciplinati dalla direttiva 89/686/CEE sui DPI.

download decisione 2015/2181 del 24 novembre 2015