Main menu

ID 273 - Valutaz. caduta su coperture complanari contigue

COPERTURE INDUSTRIALI COMPLANARI- Sostituzione del manto in amianto con pannelli in alluminio e coibentazione; struttura in cls precompresso travi copertura a Y, in capannone rettangolare 20 mt x 27 mt circa altezza interna circa mt 5.50,di vecchia lottizzazione anni '80; si stabilisce di inserire i parapetti in copertura per le successive manutenzioni anzichè la linea vita.
L' impresa che dovrebbe svolgere il lavoro mi solleva però il dubbio che essendo il nostro capannone adiacente a destra, sinistra e a tergo con altri capannoni identici e con copertura complanare, non occorre mettere i parapetti sul confine tra la nostra copertura e le altre coperture che risulterebbero essere calpestabili ancorchè non completamente protette ai sensi del DGR 75/2013 o a loro volta parzialmente protette da parapetti, ma sarebbe sufficiente apporre una "catenella" o simile con cartello di segnalazione.
Nel caso l'impresa abbia ragione, ma non trovo riferimenti normativi, chiederei anche se occorre ottenere una qualche eventuale deroga.

Risposta:

Il DPGR 75/r individua le misure di protezione per la caduta necessarie alle manutenzioni successive nelle coperture.
La valutazione della possibilità di caduta verso l’esterno deve essere effettuata sia nel caso in cui l’esterno sia rappresentato dal vuoto, sia nel caso in cui sia rappresentato da coperture di cui non si abbia la certezza di calpestabilità. In tali casi devono essere considerate come vuoti, pertanto il semplice ricorso a delimitazioni non risulta una soluzione sufficiente a prevenire una caduta