Main menu

ID 63 - IMPIANTO FOTOVOLTAICO SU COPERTURA BASSA

Ho una copertura con h max di caduta di 3.95 m e minima in gronda di 2.20 ma sulla falda ad est vi è la presenza di pannelli fotovoltaici per l'intera area.
Tali pannelli impediscono il transito in maniera sicura su tutta la falda, e l’installazione di una linea vita consentirebbe la manutenzione di parte della prima fila (quella più alta) di pannelli in maniera sicura; mentre per l’installazione/manutenzione di quelli più bassi dovrebbero essere prese altre misure protettive tra cui il ponteggio perimetrale.
In base a quanto scritto nell’art. 1 “…….consentire……..l’esecuzione dei lavori in quota in condizioni di sicurezza” Posso prescrivere nel ETC e quindi anche nel Fascicolo dell’opera che le lavorazioni di manutenzione dei pannelli dovranno svolgersi solamente dopo aver montato apposito ponteggio metallico perimetrale?

 

 

Risposta:

Presupponendo che si tratti di un nuovo intervento impiantistico e tenendo conto delle caratteristiche del contesto descritto, in particolare delle esigue altezze, è necessario l’istallazione di un sistema anticaduta che preveda la lavorazione in trattenuta, ricordando inoltre che l’art. 7 comma 6 che "Negli interventi impiantistici comportanti l’installazione sulle coperture calpestabili di pannelli solari devono essere reperiti appositi spazi di dimensioni sufficienti a consentire l’installazione e l’uso di un sistema anticaduta garantendo la manutenzione in sicurezza della copertura e delle sue dotazioni. Tale disposizione non si applica nei casi di adozione di dispositivi di protezione collettiva permanenti."
La manutenzione della parte in gronda, vista la ridotta altezza, potrà essere effettuata con opera provvisionale senza sbarco in copertura.