Main menu

ID 253 - DPI DI TIPO GUIDATO

Lavoro nell'ambito dell'anticaduta da ormai 30 anni purtroppo o per fortuna non ho mai intrapreso la via del "PREZZO" ma ho sempre scelto la via della "SICUREZZA" fatta questa piccola premessa volevo chiedere indicazioni in merito ad alcune soluzioni progettuali che trovo principalmente sulle coperture in ambito industriale. In fase di valutazione preliminare mi sono stati presentati ETC dove come percorso di accesso mi sono trovato, al posto di unsa serie di dispositivi puntuali di tipo A, un cavo in acciaio di diverse lunghezze (in alcuni ETC ho riscontrato una lunghezza di 12 ml.) il cavo viene ancorato al palo del dispositivo di tipo lineare posto sul colmo e lasciato libero in falda in prossimità dell'accesso. La sola indicazione in elaborato è quella di usare un dispositivo guidato EN353-2 che l'operatore dovrà disporre per ancorarsi allo stesso e procedere verso il dispositivo principale posto sul colmo. Le domande che mi sono posto sono molte in primis un cavo non è una linea vita nè verticale ne orizzontale (esiste una linea vita obliqua?) dato che la definizione di dispositivo lineare o meglio la sua CERTIFICAZIONE si ha come insieme degli elementi quindi piastra cavo dissipatore tenditore crimpaggio del cavo ecc., non è un dispositivo anticaduta dato che non ha nessuna certificazione specifica quindi che cosa è? Non essendo un dispositivo normato a quale normativa in fase di ispezione o manutenzione devo far riferimento? anche se è la prima richiesta che faccio vi seguo da sempre è penso che siate un punto di riferimento per ogni professionista.?

 


RISPOSTA:

Esiste La norma UNI EN 353-1 che riguarda i Dispositivi anticaduta di tipo guidato comprendenti una linea di ancoraggio flessibile utilizzabile esclusivamente su una superfice inclinata o verticale.
Il sistema per essere certificato dal produttore deve essere costituito da una linea flessibile, che può essere
una corda di fibra sintetica o una fune metallica, destinata ad essere fissata ad un punto di ancoraggio superiore ed essere dotata di apposito dispositivo autobloccante che scorre su quest’ultima.
Quando il dispositivo è fissato permanentemente ad una copertura la norma prevede che sia fissato, oltre che in sommità, anche in basso. Si ricorda che in questo caso l’operatore deve essere dotato di apposito carrello fornito dal produttore del sistema in grado di scorrere lungo il cavo.
Si veda la scheda:
DPI 10 - DISPOSITIVO GUIDATO UNI EN 353.1 /353.2