Main menu

FAQ DPGR75/R

Registrati sul sito e poni il tuo quesito all'esperto
utilizzando il menù che comparirà una volta eseguito l'accesso.

Prima di inviare un quesito si invita a fare una ricerca accurata all'interno del sito, nelle sezioni tematiche, oppure tramite il modulo "Cerca" digitando le parole chiave che meglio identificano le problematiche di interesse.

ID 237 - LINEA VITA prodotta con UNI EN 2002

Nel mio magazzino ho trovato una linea vita comprata 6 anni fa e certificata secondo la normativa allora vigente, la Uni EN 795 2002. Posso farla installare da un installatore qualificato sulla base di un ETC redatto da un tecnico abilitato?


RISPOSTA:

Le norme UNI si aggiornano costantemente per adeguarsi ai progressi tecnici e alle conoscenze.

Ad una nuova edizione della norma corrisponde un obbligo da parte di quei produttori che devono certficare il proprio prodotto ai sensi di quella norma di adeguarsi ai nuovi requisiti.

I prodotti realizzati precedentemente alla data di entrata in vigore della norma possono essere ancora commercializzati fino ad esaurimento delle scorte.
Pertanto se la linea è stata prodotta precedentemente all’entrata in vigore della nuova EN 795 ed è dotata di tutte le certificazioni e manuali di installazione e uso può essere correttamente installata.

si leggano  anche le  risposte:

ID 77 - VALIDITA' UNI EN 795:2002

ID 228 - UNI 795-2002 /UNI 795-2012

 

ID 240 - CARATTERISTICHE STRUTTURALI

Se il valore minimo di carico di 120 kg/mq non è soddisfatto dalla struttura del tetto, nel caso di lavori di straordinaria manutenzione alle coperture posso omettere la realizzazione della linea vita o di altre soluzioni di sicurezza nelle coperture?


RISPOSTA:

Qualora riesca a dimostrare che le caratteristiche della struttura esistente non sono idonee a installare nessun dispositivo anticaduta è possibile redigere un ETC indicando soluzioni alternative ai dispositivi permanenti o fissi.

 

 VEDI ANCHE:

ID 201 - RELAZIONE DI CALCOLO

ID 88A - RELAZIONE DI CALCOLO

 

ID 241 - ASSENZA DI CERTIFICATO DIREGOLARE ESECUZIONE

in presenza di un sistema anticaduta  installato nel 2008 di cui esiste la progettazione firmata da un tecnico abilitato  e la documentazione rilasciata dal produttore,  ma manca il certificato di regolare installazione e  sono assenti le ispezioni e  verifiche  periodiche, come devo comportarmi? Il proprietario mi chiede  di fare gli adempimenti necessari per poterla utilizzare  nel rispetto della normativa.


RISPOSTA:

Si ritiene necessario che chiunque sia professionalmente  in grado di verificare il fissaggio, l’idoneità delle strutture utilizzate, provveda a rilasciare al committente l’attestazione di regolare esecuzione assumendosi le responsabilità in relazione al corretto montaggio.

 

ID 242 - COPERTURA ADDOSSATA A PARETE

ho una copertura di dimensioni 4,00m x 1,70m oggetto di manutenzione straordinaria realizzata con un'unica falda addossata ad una parete alta per un lato lungo, ad un terrazzo sull'altro lato con caduta di 2 m, mentre i due lati corti sono su un vuoto delle corti poste in aderenza con una caduta di circa 10 m.   Viste le esigue dimensioni volevo sapere se devo mettere solo un ancoraggio a muro in modo che ho 2 m su entrambi i lati corti? oppure, viste le dimensioni esigue, posso pensare che una eventuale manutenzione della copertura la faccio con un piccolo trabattello?


RISPOSTA:

E’ necessario prevedere sui lati esposti a caduta di 10 metri una soluzione permanente che consenta  di effettuare le manutenzioni successive in sicurezza.

Si ricorda che l’altezza massima raggiungibile da un trabattello è di 12 m in ambienti interni e di 8 m in ambienti esterni.

DPC 07 - PONTEGGIO SU RUOTE A TORRE (TRABATTELLO)

 

Sottocategorie